Il Perugia Social Photo Fest lancia un bando per collage analogici

Il Perugia Social Photo Fest (Pspf), rassegna internazionale di fotografia sociale e terapeutica, in programma per la quinta edizione dal 10 marzo all’8 aprile 2018 sul tema “The Skin I Live”, lancia il bando “Frammenti Call.4.Callagist” per permettere a nuovi fotografi di esporre. Possono partecipare individui o gruppi proponendo da una a tre opere di collage analogico; il termine per la presentazione è giovedì 31 agosto. I dieci collage ritenuti più interessanti dalla giuria faranno parte di una mostra collettiva, nella sede storica della manifestazione, Palazzo Penna; il progetto vincitore sarà usato nella comunicazione ufficiale. Continue reading

Giacarta: “A journey with heart”, il duo artistico Delta N.A. all’Istituto di Cultura Italiana

L’esibizione “A journey with heart” organizzata dal 20 luglio al 18 agosto dall’Ambasciata Italiana e dall’Istituto di Cultura Italiana di Giakarta e patrocinata dalla città di Asti, è incentrata sulla tematica del viaggio fisico ed esistenziale, descritto attraverso la visione del duo di artisti italiani Delta N.A. che collabora all’unisono su ogni opera. Per loro il tempo non è più concepito come una dimensione lineare, bensì come un sovrapporsi di strati coesistenti simultaneamente: così liberata dai canoni abituali, la realtà si trasforma in un nuovo spazio regolato dall’ eterea consistenza dei principi della Meccanica Esistenziale. Continue reading

“Fenix Dna”, Fabio Plessi fa rivivere lo storico teatro veneziano

Dal 26 luglio al 6 agosto va in scena, al Teatro la Fenice di Venezia, la performance di Fabio Plessi “Fenix Dna”. Lo storico teatro diventa spazio artistico di uno dei padri fondatori della video arte, grazie a un’iniziativa promossa da Generali Italia tramite il programma Valore Cultura. Da sempre gli elementi primordiali e primigeni dell’acqua e del fuoco sono al centro della ricerca artistica di Plessi che, anche in questa occasione, si esprime attraverso ciò che caratterizza il suo dna, fondendolo a quello de La Fenice, grazie a 200 calchi inediti disegnati e modellati dal veneziano Guerrino Lovato, quali prototipi delle sculture e dei bassorilievi di ornato della cavea del teatro, distrutto da un terribile incendio nel 1996 e che ha riaperto le porte nel dicembre del 2003. L’evento è prodotto da Fondazione Teatro La Fenice, in collaborazione con Arthemisia. Continue reading

Igor Patruno e il romanzo non scritto sul `77

Perché un anno tragico come il 1977 in Italia non ha prodotto un romanzo? Perché quelli che avevano vent’anni all’epoca non sono riusciti a raccontare la loro generazione sospesa tra voglia di cambiare il mondo e voglia di distruggere quello che c’era? Le parole ritrovate, Il romanzo perduto dei ragazzi del ’77 di Igor Patruno, uscito da Ponte Sisto, è un metaromanzo: nella prima parte l’autore si sofferma sugli eventi principali dell’ultimo scorcio degli anni settanta, nella seconda vengono riproposte le interviste sulle prospettive dello strumento narrativo realizzate dallo stesso Patruno (con la collaborazione di Massimo Barone e Antonio Veneziani) per  la sua rubrica settimanale su «Lotta Continua» nel 1980.  Questi i nomi degli intervistati sulle sorti del romanzo: Barbara Alberti, Alberto Arbasino, Dario Bellezza, Silvana Castelli, Franco Cordelli, Umberto Eco, Dacia Maraini, Anna Mongiardo, Alberto Moravia, Renzo Paris, Aldo Rosselli.

  Continue reading

Specchia: cinque artisti per la collettiva “Nagla”

Donna Bianca riapre e amplia il suo spazio espositivo, Ex deposito agricolo di Palazzo Coluccia a Specchia (Lecce) proponendo dal 16 luglio al 3 settembre, “Nagla – five painting exhibitions”, rassegna dedicata alla pittura contemporanea. Massimo Dalla Pola, Samuele Mello, Massimo Pasca, Milena Sgambato e Agnese Skujina sono i 5 artisti invitati ad abitare le stanze e gli spazi dello storico palazzo; la rassegna è curata da Donato Viglione. Continue reading

Barberino Val D’Elsa: “Stelle di carta”, personale di Luca Viviani

Fino al 24 settembre presso l’Osservatorio Polifunzionale del Chianti a Barberino Val D’Elsa (Firenze) è possibile visitare la personale di Luca Viviani “Stelle di carta”, inaugurata il 15 luglio scorso e curata da Giada Rodani. In mostra una selezione di linoleografie facenti parte dell’apparato iconografico dell’omonimo libro Stelle di carta, in cui l’artista affianca ai suoi lavori alcune citazioni celebri. Continue reading

Tutto il mondo di Ostkreuz, la “Magnum” della fotografia tedesca

Nella primavera del 1990 sette fotografi di Berlino est sono seduti a un tavolo del Café du Marché a Parigi, il Muro è caduto da poco e, nella Germania ancora divisa, nessuno sa ancora immaginare l’evolversi degli eventi. I fotografi si trovano in città su invito di Mitterrand per partecipare a una mostra che riunisce i maggiori artisti della DDR; tra loro Sibylle Bergemann, Harald Hauswald, Ute Mahler e Werner Mahler. In mente hanno l’esempio della Magnum Photos, di cui conoscono alcuni membri, e ora, tutti riuniti a Parigi, decidono di fondare una propria agenzia. La chiamano Ostkreuz, usando il nome di una stazione della ferrovia metropolitana che collega la parte est di Berlino con l’intera città, un modo per connotare la loro attività che, partendo da est, possono finalmente svolgere in tutte le direzioni. Gli spazi espositivi del Museo di Roma in Trastevere ospitano, OSTKREUZ., una mostra dedicata all’ agenzia fotografica tedesca, che espone oltre 250 fotografie di 22 fotografi, dai lavori immediatamente successivi il crollo del Muro fino ai giorni nostri.

Una sezione dell’esposizione sarà invece nel Foyer dell’Auditorium del Goethe-Institut in via Savoia e la mostra fa parte del circuito del festival FotoLeggendo

Nel complesso, le foto in mostra riproducono un variopinto mosaico di stili e approcci differenti, spesso caratteristici del periodo in cui sono nate, e per questo sono rappresentative dello sviluppo della fotografia nell’ultimo quarto di secolo a Berlino e in Germania, ma anche oltre questi confini geografici. In mostra infatti  anche lo sguardo dei fotografi sul mondo: dal reportage sulla cultura heavy metal al ritratto della Corte internazionale di giustizia, passando per eventi storici come la Primavera di Praga o la rivoluzione in Egitto.

Un esposizione insomma davvero bella e piena di spunti, che racconta il passato prossimo, come nel caso delle bellissime immagini dei luoghi in cui operava la Stasi nell’ allora Germania Est, ma anche il presente di luoghi come Gaza o i delle repubbliche asiatiche ex sovietiche come il Kazakistan o l’ Azerbaijan. Da non perdere anche il reportage dedicato ad internet, solo in apparenza invisibile…

Noi ci siamo fatti guidare da Gabriele Kreutzer Lenz, direttrice generale del Goethe-Institut in Italia, che con passione e competenza ci ha raccontato la storia di quello che oggi è il più rinomato collettivo di fotografi tedesco e ci ha spiegato diverse tra le più belle ed importanti opere che si possono ammirare in mostra.

“Ostkreuz”

Roma, Museo di Roma in Trastevere e Goethe institut

24 Giugno – 17 Settembre

Per la foto

© Heinrich Volkel / OSTKREUZ

 

 

 

.

  Continue reading

Consigli di lettura – #inestateleggo 2017

Tra gli innumerevoli libri letti quest’anno dalla redazione di Rai Letteratura abbiamo deciso di fare una selezione dei romanzi che abbiamo apprezzato e amato di più, e presentarvi quindi i nostri consigli di lettura estiva, per andare sul sicuro con libri che non solo siano piacevoli da leggere, ma che riescano a regalare al lettore molto più che un semplice intrattenimento: libri che mentre li leggevamo e anche dopo averli conclusi da un po’, ci lasciano la sensazione di una ricchezza che nessuno potrà mai toglierci, che in fondo è quello che ogni buon libro dovrebbe sempre regalarci.

In questo speciale, subito sotto i consigli che seguono, potete trovare tutte le interviste agli autori proprio a proposito dei libri che vi suggeriamo di leggere quest’estate.

Innanzitutto, sembrerà forse scontato consigliare il vincitore del Premio Strega 2017, ma il romanzo di Paolo Cognetti, Le otto montagne, pubblicato da Einaudi è perfetto da affrontare d’estate, senza la frenesia che connota le letture invernali: famiglia, montagna, amicizia, crescita, separazione tra i temi al centro di questa potente narrazione.

Ancora tra gli italiani, decisamente imperdibile Leggenda privata di Michele Mari (Einaudi), autobiografia dell’infanzia dello scrittore raccontata in una cornice gotico-fantastica, da alcuni considerato il capolavoro di Mari, decisamente in stato di grazia in questo libro, sul quale ci ha confessato: “è come se i mostri mi avessero finalmente presentato il conto”. 

Sempre in Italia e sempre per Einaudi consigliamo Il giro del miele, romanzo in cui l’autore Sandro Campani mette in scena una coppia che non ha resistito alla fine dei vecchi modi di vivere e di lavorare; e Candore di Mario Desiati, che racconta con un candore davvero inedito, grazie alla purezza di desideri del protagonista Martino, la storia della pornografia italiana dagli anni ’70 ad oggi.

La famiglia e in particolare le figure dei propri genitori sono al centro dello splendido memoir di Richard Ford, Tra loro, uscito da Feltrinelli: una riflessione che spinge il lettore a interrogarsi a sua volta sulle persone determinanti per la propria crescita.

Come Ford sono americani Tom Drury, l’autore del consigliatissimo La fine dei vandalismi (NN), una storia d’amore ambientata nel Midwest e Britt Bennett, che in Le madri (Giunti) racconta la cittadina californiana di Oceanside dal punto di vista di una giovane nera divisa tra il desiderio di affermarsi e il richiamo dei legami affettivi.

Ci spostiamo in Israele con due delle voci più significative della nuova letteratura che viene da questo travagliato paese: Ayelet Gundar Goshen in Svegliare i leoni (Giuntina) affronta diversi nodi cruciali della contemporaneità e nello stesso tempo costruisce un racconto molto avvincente e Tre piani di Eshkol Nevo (Neri Pozza) ci offre tre ritratti di anime inquiete nella Tel Aviv di oggi.

Buona estate e… buona lettura! Continue reading

Viaggio nel Centro Enea di Frascati. Dove si prepara la fusione nucleare

Nel centro Enea di Frascati, alle porte di Roma, si lavora alla produzione di energia attraverso la fusione nucleare. Un progetto internazionale a cui collaborano ricercatori di tutto il mondo, che porterà entro il 2025 alla costruzione, a Cadarache, nel sud della Francia, del reattore nucleare ITER (International Thermonuclear Experimental Reactor). ITER  è una macchina da 18 miliardi di euro che mira a dimostrare la possibilità di fondere nuclei di idrogeno per formare elio e rilasciare una enorme quantità di energia praticamente pulita. Continue reading

Fano: mostra “Federico Seneca. Segno e forma nella pubblicità”

È giunta a Fano (Pesaro Urbino), nella Galleria Carifano di Palazzo Corbelli, la mostra “Federico Seneca (1891-1976). Segno e forma nella pubblicità”, a cura di Marta Mazza e Nicoletta Ossanna Cavadini, già presentata a Perugia. In esposizione oltre 300 pezzi del maestro grafico fanese famoso soprattutto per la campagna dei “Baci” Perugina: manifesti, pieghevoli, locandine, cartoline, illustrazioni di copertina, bozzetti preparatori, insegne, cartelli, libri, riviste e altri materiali. La rassegna, prodotta e organizzata dalla Fondazione Gruppo Credito Valtellinese con la collaborazione del Comune, è stata inaugurata il 14 luglio ed è visitabile fino al 24 settembre. Continue reading

Torino: tredici concerti per la stagione sinfonico-corale

La prossima stagione sinfonico-corale del Teatro Regio di Torino, dal 21 ottobre 2017 al 26 maggio 2018, proporrà tredici concerti per l’Orchestra e il Coro del Teatro Regio, con la Filarmonica Teatro Regio Torino. Proseguiranno i tre progetti tematici dedicati a Franz Schubert, Richard Strauss e Gustav Mahler. La stagione sarà aperta il 21 ottobre dal direttore musicale del Teatro, Gianandrea Noseda, che dirigerà l’Orchestra nella Sinfonia n. 9 in re maggiore di Gustav Mahler. Il 13 novembre la Filarmonica eseguirà Un americano a Parigi di George Gershwin diretta da Donato Renzetti. Il 25 novembre Marek Janowski dirigerà l’Orchestra del Regio in alcuni estratti sinfonici wagneriane da Die Meistersinger von Nürnberg. Il 18 dicembre la Filarmonica, diretta da Timothy Brock, eseguirà le musiche del film La febbre dell’oro di Charlie Chaplin. Il 22 dicembre Pinchas Steinberg sarà sul podio dell’Orchestra e Coro del Regio con un programma dedicato a Leonard Bernstein e Antonín Dvorák. Il 22 gennaio la Filarmonica e Noseda proporranno il Concerto con programma a sorpresa. Il 23 febbraio ancora Noseda dirigerà l’Orchestra del Teatro in Aus Italien e Don Quixote di Strauss. Il 28 febbraio sul podio dell’Orchestra del Regio ci sarà Karl-Heinz Steffens; accanto a lui i pianisti Gianluca Cascioli ed Enrico Pace nel Concerto doppio per due pianoforti e orchestra di Detlev Glanert. Il 30 marzo, Nicola Luisotti e l’Orchestra del Regio saranno impegnati in un nuovo appuntamento del Progetto Mahler. Il 5 aprile Sergey Galaktionov, sul podio della stessa Orchestra, proporrà il Concerto in re minore per violino e archi di Felix Mendelssohn-Bartholdy e il Quartetto n. 14 di Schubert. Michele Mariotti, alla direzione dell’Orchestra del Teatro, dedicherà il concerto del 27 aprile a Johannes Brahms (Nänie e Schicksalslied) e Schubert (Sinfonia n. 4 “Tragica”). Il 20 maggio, Pinchas Steinberg dirigerà l’Orchestra e il Coro del Regio nell’Elias di Felix Mendelssohn-Bartholdy. Il 25 e 26 maggio un appuntamento straordinario: #Antropocene di Marco Paolini con Mario Brunello e il rapper Frankie hi-nrg. Continue reading

Daniela Mazzoli: soli in un condominio

C’è la vita quotidiana che scorre con le sue bizzarie, la gente che dice una cosa e ne intende un’altra, i “rapporti aperitivo”, gli intellettuali pieni di vezzi e pieni di sé, i genitori che incombono sui figli, le vacanze che non decollano, gli uomini che non ti cercano o se lo fanno scelgono il momento sbagliato, le amiche piene di richieste, i momenti di disperazione improvvisa, la scomodità della sedia dell’analista, e poi c’è la protagonista che annotando il presente lo rinventa, ce lo fa vedere sotto una luce diversa. Sarò strana io di Daniela Mazzoli, uscito da Quodlibet, per Anna D’Elia è un testo tardo antico, per Giorgio Ghiotti è un romanzo che fa accadere le cose, per Raffaella Lebboroni è un libro pieno di speranza. Ognuno dei tre ha letto i suoi frammenti preferiti da Sarò strana io e ci ha fornito la sua interpretazione del testo.

Daniela Mazzoli è nata a Roma dove vive e lavora. Ha pubblicato due raccolte poetiche: Una e una volta (Nino Aragno Editore, 2013) e In vita (Lepisma Edizioni, 2016). Ha curato una raccolta di racconti-interviste, La Roma degli scrittori (Laurana Editore, 2015). Ha adattato e tradotto testi per il teatro. Continue reading