Corvidae. E se non avessimo più paura di morire?

 Recensione. Al Teatro Nuovo di Napoli è andato in scena Corvidae. Sguardi di specie di Marta Cuscunà. Scritto nel 2022 per il programma televisivo di Marco Paolini e Telmo Pievani, La fabbrica del mondo, i corvi della Cuscunà producono perturbanti rel… Continue reading

PROMETHEUS PROJECT, SECOND MOVEMENT: ἸΏ (di Raffaele Di Florio)

A immaginare il Prometeo incatenato di Eschilo, l’aspettativa era quella di trovarsi davanti l’idea di una landa desolata, tagliata da rocce crudeli, sommersi  da gemiti e strilli; l’aspettativa era quella di trovarsi davanti uno spazio umano. Ai piedi… Continue reading

DAMMI UN ATTIMO (di Mariasilvia Greco e Francesco Aiello)

Francesco (Francesco Aiello) e Silvia (Mariasilvia Greco) sono una coppia di trentenni alle prese con le scelte e i cambiamenti che si suppone debbano arrivare alla loro età: il lavoro fisso, quando il lavoro c’è, e un figlio. Lui un figlio lo vorrebbe… Continue reading

The Interrogation. Finalmente, la vita

 Recensione. Al Teatro Mercadante è andato in scena in prima nazionale The Interrogation di Édouard Louis e Milo Rau. Le altre date italiane sono state Potenza (Festival delle 100 scale) e al Teatro Manini di Narni. Quella sera, poco prima che Arne de … Continue reading

Isa Danieli. Conversazione con una ragazza del secolo scorso

Una mattina a telefono con Isa Danieli in un confronto generazionale, tra ricordi d’arte e di famiglia. Ho avuto la possibilità di parlare con Isa Danieli soltanto per telefono sabato 13 gennaio, di mattina.  Non apparteniamo alla stessa città, a… Continue reading

PLEASE COME! (di Chiara Ameglio)

Attorno a un corpo dai contorni difficili da identificare, poco alla volta si compone un perimetro luminoso: è una barriera oltre la quale è impossibile andare. Il corpo, che in realtà si presenta più come una semplice “massa”, è di spalle e viene mane… Continue reading

OPERA VIVA (di Elvira Buonocore, regia Maria Chiara Montella)

Rosario (Riccardo Ciccarelli), Palma (Stefania Remino) e Alfio (Gianluca Vesce), sono tre fratelli che pare abbiano poco da spartire se non il ricavato della vendita della casa di famiglia; sono dalla notaia (Alessandra Cocorullo), e attendono che si p… Continue reading

LE TROIANE (Regia Carlo Cerciello)

Si va all’Elicantropo perché si sceglie un discorso complesso di teatro; di un teatro che cerca tra le sue varie formulazioni per raccontare ciò che lo anima. Anche la terribilità del mondo. Lì vivono quelle vecchie storie che non smentiscono il presen… Continue reading

CONFINI DISUMANI (Equilibrio Dinamico)

La compagnia Equilibrio Dinamico porta in scena, nella suggestiva coreografia di Roberta Ferrara, un corpo compatto fatto di migliaia di corpi. Sotto le luci degli elementi naturali che sfaldano i contorni già di per sé confusi, un coro compatto appare… Continue reading

MARIA STUARDA (di Davide Livermore)

Sembra che per Davide Livermore il teatro sia un gigantesco corpo da travestire e scuotere a suo piacimento, godendone gli effetti grotteschi e seducenti. Il suo Maria Stuarda è un oggetto ammiccante, prodotto per piacere a colpo sicuro, per essere amm… Continue reading

SAGOMA (di F. Pisano, Regia D. Iodice)

Cos’è oggi un teatro che ha per oggetto solo sé stesso? Scritto durante il periodo pandemico, Sagoma è la riflessione di Fabio Pisano, con la regia di Davide Iodice, sul valore di un teatro lasciato al buio, dove le figure di riferimento si muovono con… Continue reading

LA SCATOLA DEI BISCOTTI (di M. de Giovanni, Regia A. Renzi)

Dio, o chi per lui, ce ne scansi e liberi dai detentori del “potere” culturale di questo Paese (e di Napoli soprattutto!). Difficilmente si può trattenere la frustrazione dopo aver subito la grottesca intromissione dell’ingombro immaginativo qualunquis… Continue reading

Clitennestra di Roberto Andò, l’occhio ideologico del presente

Dopo il debutto al Teatro Grande di Pompei per il Campania Teatro Festival, la Clitennestra di Roberto Andò con Isabella Ragonese è andata in scena al Mercadante di Napoli. Poi in tournée, fino a domenica 3 dicembre al Teatro Carignano di Torino. Quand… Continue reading

VANISHING PLACE (di Luna Cenere)

Luna Cenere ha avuto l’ottima intuizione, semplice ed efficace, di lavorare per principio di sottrazione: fermarsi alla sola idea che il corpo basti da sé. Nient’altro che l’esserci. Niente di innovativo, ovvio, ma questo non è una manchevolezza perché… Continue reading

Vajont. È tempo di imparare qualcosa

Marco Paolini, a trent’anni dal suo resoconto politico, realizza un progetto collettivo che coinvolge centotrenta teatri nel raccontare la strage del Vajont e un Paese che, a distanza di sessant’anni, continua a farsi colpevole. Alla Sala Assoli di Nap… Continue reading

Danza Urbana 2023. Corpi in cura nella città.

Dal 5 al 10 settembre si terrà a Bologna la ventisettesima edizione di Danza Urbana. Lo storico festival bolognese agisce nella restituzione dello spazio urbano ai propri cittadini, in uno scambio vivo di visioni ed esperienze. Presentazione in media p… Continue reading

Krystian Lupa. In corsa sul precipizio d’Europa

Al Campania Teatro Festival Krystian Lupa racconta l’umanità in guerra nel suo Capri – the island of fugitives, e i suoi riferimenti, Kaputt e La Pelle di Curzio Malaparte, sono una violenta contraddizione. Checché gli strenui sostenitori d… Continue reading

DISADIRARE. UN’ALTRA ILIADE (regia di Adriana Follieri)

Se c’è qualcosa da amare nel teatro, la possibilità di osservare l’attore cambiare nel tempo è una di quelle cose. Nella cornice del Campania Teatro Festival, a distanza di un anno, ritornano sul palco i ragazzi dell’Istituto Penitenziario Minorile di … Continue reading

To be or not to be under 35?

La Compagnia Cercamon ha vinto la seconda edizione del Premio Leo de Berardinis per artisti e compagnie campane under 35 con lo spettacolo L’Appartamento 2B. Andrea Cioffi, regista, racconta cosa vuol dire essere giovani artisti immessi nel mercato dei… Continue reading

STANZA CON COMPOSITORE, DONNE STRUMENTI MUSICALI, RAGAZZO (di F. Ramondino Regia M. Martone)

Buttato sopra un divano, con metà corpo oltre il sipario chiuso e con tono confidenziale, il compositore (Lino Musella) fa partecipe il pubblico della sua profonda insofferenza; appartiene a una famiglia di nobiltà decaduta, e la vita gli procura indic… Continue reading

LA MISURA (di Eduardo Di Pietro)

Italo Spinelli ha ottantadue anni e ha perso la moglie Angela; distrutto dal dolore, decide di iscriversi alla Facoltà di Filosofia di Macerata col ferreo proposito di dare delle risposte ai suoi interrogativi: l’anima esiste? Rivedrà sua moglie una vo… Continue reading

SOGNO DA UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE (Adattamento e regia di Rosario Sparno)

Portare in scena Shakespeare è un esercizio teatrale e immaginativo di non poco conto che non ha nulla a che vedere con la ricerca dell’originalità scenica, quanto piuttosto con l’intelligenza (e l’interesse) di creare una prossimità irresistibile col … Continue reading

PRÓXIMO (di Claudio Tolcachir)

Pablo ed Elian (Lautaro Perotti e Santi Marín) condividono uno spazio ristretto; elementi d’arredo molto diversi tra loro si  dispongono in un appartamento in cui i due possono muoversi un po’ a fatica. Ma la loro non è che la piacevole impression… Continue reading

SCONOSCIUTO. IN ATTESA DI RINASCITA (di Sergio Del Prete)

Un uomo è immesso all’interno di un perimetro rettangolare, illuminato da led e asfissiante; più che altro viene partorito con estremo dolore per lui. È vestito con giacca e cravatta, è agitato. È al mondo perché la madre, tempo prima, ha dovuto aborti… Continue reading