“Belli e dannati” immortala l’estasi e l’angoscia di un’epoca che tende all’epilogo, gli anni ’90

“Belli e dannati” film di Gus Van Sant del 1991 è considerato un cult e un simbolo del cinema grunge perché ha saputo vestire i suoi personaggi di quello che è poi diventato il fascino tipico della dannazione anni Novanta, ma anche perché li ha resi i portavoce di una serie di rivendicazioni politiche che ancora oggi sono al centro del dibattito pubblico, come l’emotività maschile, le relazioni omosessuali, la prostituzione e il disagio giovanile.

L’articolo “Belli e dannati” immortala l’estasi e l’angoscia di un’epoca che tende all’epilogo, gli anni ’90 proviene da THE VISION.

Continue reading